• en

W&I02 –
Trailer Recut

Cosa significa realizzare un “Trailer Recut”? L’obiettivo che si pone questa forma di audiovisivo consiste nello stravolgere l’intreccio narrativo di un film famoso contestualizzandolo in un altro genere cinematografico. Si tratta di una vera e propria forma d’arte, in cui bisogna avere ben chiari gli effetti di senso che vengono creati dal montaggio congiunto di immagini e musiche.


Questo è il brief progettuale adottato dal Laboratorio di Comunicazione Multimediale del Corso di Web & Interaction. Un insegnamento integrato che riunisce gli insegnamenti di Video Making, Fondamenti di Sound Design e Motion Graphics, in una interpretazione capace di richiedere ai giovani designer: padronanza tecnica degli strumenti digitali, capacità di analisi del tema proposto, selezione della miglior soluzione operativa, oltre ad una interpretazione creativa ed originale. Ognuno dei trailer realizzati, perfetti esempi di montaggio alternativo, seguono un idea progettuale propria: dallo stravolgimento di una singola pellicola, alla riscrittura di un intero soggetto partendo dall’analisi della filmografia di singolo attore. … “Buona Visione”

Bloody Mary

STUDENTE: DANIELE SAUZZI

CONCEPT: Mary Poppins, la commedia musicata in un clima di fantasia e serenità che da più di mezzo secolo affascina tutto il mondo, si ridefinisce in un’atmosfera più inquietante e psicologica scegliendo come genere cinematografico di destinazione il thriller. L’analisi dei personaggi, l’uso di ritmi veloci, le suggestioni suggerite dalle tracce sonore, fanno di questo recut quello che si definisce un “capolavoro di montaggio alternativo”.

Cast Away

STUDENTE: FABIO MAURIELLO

CONCEPT: Lo scopo di questo recut è stato il rovesciamento dell’atmosfera tesa e disperata del film originale – Cast Away – che parla del naufragio su un isola deserta di un uomo sfuggito ad un incidente aereo. Grazie ad un montaggio dai ritmi lenti, accompagnato da una musica Hawaiana, il film Cast Away diventa lo spot di una località esotica dove il protagonista – Tom Hanks – si svaga come in un idilliaco villaggio vacanze.

Frenkestein

STUDENTE: AMERIGO IEVOLI

CONCEPT: Il celebre e divertente film Frankenstein Junior, grazie ad un inedito montaggio,ricco di colpi di scena, ritmi veloci e suggestioni, diventa un thriller avvincente. La storia del più grande serial killer di tutti i tempi, come narra il recut, che sembra oscillare tra la figura del Dr. Frankestein e il suo mostro, la cui verità non viene mai svelata.

Denny’s Life

STUDENTE: FABRIZIO JIMENEZ

CONCEPT: Nella realizzazione di Danny’s Life recut del film “La leggenda del pianista sull’oceano” si è cercato, senza poche difficoltà, di cambiare il genere del film. Questo trailer narra di un uomo che tira le somme della propria vita, piena di alti e bassi e di scelte difficili che lo portano a perdere l’amore a causa della sua ambizione e del suo desiderio di successo.

The Call

STUDENTE: DANIELE MARTINI

CONCEPT: L’idea di base che ha dato vita a questo progetto si è sviluppata iniziando con l’analisi dell’intera filmografia di Leonardo Di Caprio. Film dopo film si è andata delineando una linea temporale che poteva collegare una pellicola all’altra: è così che al momento di definire quale film “stravolgere” per la realizzazione del trailer, l’idea è stata di realizzarlo componendo più film dello stesso attore.

The Gangs Tricks

STUDENTE: DARIO GAROFANO

CONCEPT: Breve trailer eseguito estraendo e rimontando scene del famoso film Matrix per ottenere un Recut che stravolge la storia originale del thriller sci-fi definendosi in un genere Gangster nell’uso di musiche e tipologie di montaggio che più ricordano questo genere di audiovisivo.

Star Love

STUDENTE: MARCO NERI

CONCEPT: Il celebre film Star Wars di Georges Lucas si definisce secondo un altro genere cinematografico, in un nuovo montaggio, ricco di quadri suggestivi e caldi che lo trasformano in una appassionante e coinvolgente storia d’amore, annullando i ritmi veloci del film originale.

Massy XX Hill

STUDENTE: MARCO NOTARIANNI

CONCEPT: Il Gladiatore, grande successo di Ridley Scott, diventa una sitcom ispirata allo stile comico del Benny Hill Show. Una tra le scene più cruente del film, la guerra tra Barbari e Romani, viene reinterpretata, in tono quasi dissacrante, con un montaggio capace di concedere momenti esilaranti allo spettatore.

Materia progetto
Laboratorio di Comunicazione Multimediale, Video Making, Fondamenti di Sound Design, Motion Graphics
Docenti progetto

Coordinamento Progetto

Autori Progetto

  • Daniele Sauzzi
  • Fabio Mauriello
  • Amerigo Ievoli
  • Fabrizio Jimenez
  • Daniele Martini
  • Dario Garofano
  • Marco Neri
  • Marco Notarianni
Scroll Inizio Pagina
× Whatsapp